Giro dell'Emilia - Granarolo e Giro dell'Emilia Unipol Banca Internazionale donne elite: il 24 settembre grande spettacolo a Bologna
Scritto da Administrator    Martedì 06 Settembre 2016 18:27    PDF Stampa E-mail

Sono stati presentati questa mattina presso la Sala Sinfonia del polo di Bologna Fiere i due appuntamenti che, con la regia organizzativa del Gruppo Sportivo Emilia, il prossimo 24 settembre faranno di Bologna la capitale indiscussa del grande ciclismo.

Il Giro dell’Emilia – Granarolo, giunto alla novantanovesima edizione, e il Giro dell’Emilia – Unipol Banca – Internazionale Donne Elite rappresentano ormai due veri e propri punti di riferimento per il finale di stagione e non solo e quelle che andranno in scena tra poco meno di tre settimane saranno sicuramente due edizioni destinate ad essere ricordate a lungo.

Alla presentazione sono intervenuti, tra gli altri, il sottosegretario alla Presidenza della Regione Emilia Romagna, Andrea Rossi, il Presidente del Consiglio Comunale di Bologna, Luisa Guidone, oltre a Gianpaolo Berardi, Area Manager Centro Nord di Unipol Banca, Antonio Bruzzone, Direttore Generale di Bologna Fiere, Gianpiero Calzolari, Presidente Granarolo, Vittorio Pedone, Commissario Capo Polizia Stradale di Bologna, ed Enzo Ghigo, presidente della Lega Ciclismo Professionistico, il dirigente responsabile dell’Area Benessere di Comunità del Comune di Bologna, Massimiliano Danielli e il CT della nazionale italiana Davide Cassani.

Particolarmente gradita è stata la presenza dell’ex attaccante del Bologna, Marco Di Vaio, oggi Club Manager della squadra nella quale ha militato dal 2008 al 2012.

 

I PERCORSI

Giro dell’Emilia – Granarolo

Tutte le operazioni preliminari, come nelle ultime stagioni, si terranno presso il polo di Bologna Fiere ela carovana del Giro dell’Emilia Granarolo muoverà le prime pedalate dalla grande piazza dedicata a Renzo Imbeni davanti alla Regione Emilia Romagna dove inizierà il tratto di trasferimento che porterà gli atleti ad attraversare il centro di Bologna fino a via Togliatti dove è previsto il cosiddetto chilometro zero.

Le prime fasi di gara non presenteranno particolari difficoltà altimetriche ma saranno sicuramente già spettacolari: attraverso la Via Emilia si raggiungerà Zola Predosa dove inizierà un tratto di 25 chilometri. La strada inizierà poi a salire verso la prima asperità della giornata: la salita che porterà verso il gran premio della montagna di Mongardino. Dopo lo scollinamento un tratto in discesa porterà a Sasso Marconi e quindi i corridori affronteranno un tratto inedito per quanto riguarda il Giro dell’Emilia – Granarolo: lungo il Savena raggiungeranno Rioveggio per affrontare un tratto di falsopiano costeggiando il torrente Brasimone. In questo tratto la strada salirà per circa 14 chilometri toccando i 687 metri di altitudine di Castiglione dei Pepoli, dove è previsto un traguardo volante, per proseguire attraverso l’incantevole scenario della diga di Santa Maria al bacino del Brasimone verso gli 896 metri del Passo dello Zanchetto.

Dopo il gran premio della montagna, che darà già una fisionomia importante alla gara, i corridori affronteranno la discesa che li porterà a toccare Camugnano, Carpineta per poi raggiungere Riola di Vergato lambendo l’incantevole Rocchetta Mattei.

Attraverso una discesa si rientra sul tradizionale tracciato del Giro dell’Emilia Granarolo transitando da Vergato prima di toccare Marzabotto e Sasso Marconi dove la strada inizierà a salire verso Badolo.

I protagonisti del giro dell'Emilia Granarolo entreranno nella città di Bologna da Via Toscana per proseguire per Piazza di Porta Santo Stefano e il passaggio da porta Saragozza dove la strada si impennerà verso il traguardo di San Luca con il transito all'arco del Meloncello.

Circa due chilometri con pendenze massime del 18%. Una salita che sarà affrontata complessivamente per cinque volte.

Video di presentazione - qui

 

Giro dell’Emilia Unipol Banca – Internazionale Donne Elite

Anche quest’anno il Giro dell’Emilia Unipol Banca Internazionale donne elite andrà in scena come gara di Classe 1.1, e sarà valida come prima prova della Challenge Emilia Romagna – Selle SMP che si concluderà il giorno successivo con il Gran Premio Bruno Beghelli.

Sarà il polo di Bologna Fiere ad ospitare la punzonatura e la presentazione delle squadre che si terranno il giorno precedente la gara mentre, nella mattinata successiva, tutte le operazioni preliminari che culmineranno con il momento del foglio firma e della partenza si terranno in Piazza Costituzione 2, a pochi passi da Bologna Fiere, all’interno della sede della Direzione Generale di Unipol Banca che ancora una volta sarà la capitale del ciclismo femminile .

Il percorso ricalcherà gran parte del tracciato delle prime due edizioni

Nelle prime fasi di gara, dopo la partenza dalla sede di Via Unipol Banca di Viale Stalingrado, le atlete transiteranno davanti allo stabilimento della Granarolo, dove verrà dato il via ufficiale.

Nei primi chilometri di cosa le atlete raggiungeranno Cento per transitarne nel centro e dirigersi poi verso San Matteo della Decima dove inizierà un circuito di 6,3 chilometri da affrontare per due volte che prevede, al terzo passaggio un traguardo volante alla memoria di Giovanni Bonzagni, indimenticato campione che negli anni 50, su biciclette Amici, dimostrò di avere tutte le carte in regola per una grande carriera che fu però interrotta nel 1956 proprio in una gara quando fu travolto da una motocicletta.

Dopo aver toccato San Giovanni in Persiceto la carovana quindi si dirigerà verso Bologna toccando Borgo Panigale per entrare nella città da Viale Togliatti e Viale Vicini da dove si raggiungerà Porta Saragozza. In quel momento mancheranno poco più di 3,5 km all’arrivo ma saranno i più impegnativi. L’ascesa che porta al Santuario della Madonna di San Luca dove si conoscerà il nome dell’atleta che seguirà Elisa Longo Borghini nell’albo d’oro.

Video di presentazione - qui

 

SQUADRE E PRINCIPALI ISCRITTI

Giro dell’Emilia – Granarolo

AG2R La Mondiale: Bakelants, Bardet, Dupont, Montaguti e Pozzovivo

Cannondale Drapac: Uran, Clarke, Formolo

Trek – Segafredo: Arredondo, Mollema, F. Schleck

FDJ: Pinot, Roux

Team Dimension Data: Cummings, Siutsou

Lampre – Merida: Ulissi, Conti

Astana Pro Team: Aru, Nibali, Cataldo, Rosa, Tiralongo, Fuglsang

BMC Racing Team: Atapuma, Gilbert, S. Sanchez

Movistar Team: Visconti, Herrada, Malori

Orica: Chaves, Adam e Simon Yates

Nazionale Italiana

Bardiani – CSF: Bongiorno, Pirazzi

Cofidis: Mate

Nippo – Vini Fantini: Cunego, Bisolti, De Negri

Wilier Triestina – Southeast: Busato, Fedi

Caja Rural Seguros RGS: Pardilla, Madrazo

Top Sport Vlaanderen: Sprengers

Androni Giocattoli Sidermec: Pellizotti, Bernal

Gazprom Rusvelo: Firsanov, Kolobnev

Delko Marseille: Duque

Bora Argon 18: Bennet, Dempster

Fortuneo: Feillu, Sepulveda

CCC Sprandi Polkowice: Rebellin, Ponzi

GM Europa Ovini: Balykin, Pacchiardo

Wanty Groupe Gobert: Thurau

 

Giro dell’Emilia Unipol Banca – Internazionale Donne Elite

Wiggle High5: Longo Borghini, Bronzini, Johansson

Nazionale Australia: Rowney

Nazionale Lussemburgo

Nazionale Polonia: D. Pikulik

Nazionale Belgio

Nazionale Olanda

Nazionale Italia: Guderzo, Frapporti, Alice Arzuffi

Raboliv: Vos, Niewiadoma, Van der Breggen

BePink: Neben

Cycling Chirio: V. Bastianelli, Dotti

Canyon SRAM: Guarischi, Worrak, Brennauer, Amialiusik

Astana Women’s Team: Bertizzolo, A. Fidanza

Alè Cipollini: Jasinska, M. Bastianelli

Aromitalia Vaiano: Baccaille, Leleivyte

Top Sport Vlaanderen: K. Druyts

Top Girls Fassa Bortolo: Asja e Soraya Paladin

Servetto Footon: Neff, Brandli

Inpa Bianchi: Stricker

Cervelo Bigla: Moolman, Lepisto

BTC City Lubjana: Batagelj

SC Michela Fanini: Pitel

Vlacar: Balsamo

Regione Veneto

Conceria Zabri

 

La composizione delle squadre potrà variare fino alla vigilia delle gare

 

Sondaggi

Qual è la corsa del Gs Emilia che preferisci?