Impresa di Giovanni Visconti: suo il 100° Giro dell'Emilia Granarolo
Scritto da Administrator    Sabato 30 Settembre 2017 15:54    PDF Stampa E-mail

Va a Giovanni Visconti la centesima edizione del Giro dell’Emilia Granarolo: il siciliano della Bahrain Merida ha firmato una straordinaria impresa, arrivando tutto solo al traguardo grazie ad un attacco sferrato a circa 25 chilometri dal termine, quando la salita che porta al Santuario della Madonna di San Luca era da affrontare ancora due volte. Secondo posto per Vincenzo Nibali, che ha così completato la doppietta tutta siciliana della Bahrain Merida. Sul terzo gradino del podio il colombiano Rigoberto Uran (Cannondale Drapac). Un finale emozionante e bellissimo per la gara organizzata dal Gruppo Sportivo Emilia di patron Adriano Amici, a suggello di una edizione numero 100 più che all’altezza della storia di questa corsa.

Pochi chilometri dopo la partenza, avvenuta all’interno delle Fiere di Bologna, è nata la principale fuga di giornata, con sette atleti: Davide Ballerini (Androni Sidermec), Adrien Niyonshuti (Team Dimension Data), Redi Halilaj (Amore e Vita Selle SMP), Francois Bidard (Ag2r La Mondiale), Nicolas Edet (Cofidis Solutions Credits), Fabien Doubey (Wanty - Groupe Gobert) e Jacopo Mosca (Wilier Triestina - Selle Italia), sui quali dopo una ventina di chilometri sono rientrati Lorenzo Rota (Bardiani - Csf) e Nicola Bagioli (Nippo-Vini Fantini). I nove hanno toccato un vantaggio massimo di sette minuti, che poi è iniziato lentamente a calare. Gli ultimi a cedere sono stati Mosca, Edet e Doubey, all’inizio della terza delle cinque ascese verso San Luca, mentre dal gruppo uscivano Francesco Manuel Bongiorno (Sangemini Mg K Vis) ed Edoardo Zardini (Bardiani – Csf). Ma anche la loro azione ha avuto poco spazio. Il gruppo si è ricompattato e, prima della penultima ascesa, Visconti ha sferrato l’attacco decisivo, riuscendo brillantemente a mantenere un vantaggio di 30” fino ai piedi della scalata conclusiva e bravo a non farsi rimontare dagli inseguitori, con Nibali scattato sulla ruota di Moscon (quinto al traguardo) e poi capace di staccarlo per andare a conquistare il secondo posto, mentre Uran ha bissato il terzo dello scorso anno. Da segnalare la caduta, durante la penultima discesa, del vincitore della passata edizione, il colombiano Esteban Chaves (Orica – Scott), che in quel momento guidava il gruppo. Nella scivolata (senza gravi conseguenze) ha trascinato con sé Egan Bernal (Androni Sidermec) e Jan Bakelants (Ag2r La Mondiale)

ORDINE D'ARRIVO: 1 Giovanni Visconti (Bahrain - Merida), 223 km in 5h 31' 22" a 40,4 km/h., 2 Vincenzo Nibali (Bahrain - Merida) a 11", 3 Rigoberto Uran (Cannondale Drapac) a 14", 4 Nicolas Roche (Bmc Racing Team) a 17", 5 Gianni Moscon (Team Sky) a 22", 6 Alexis Vuillermoz (Ag2r La Mondiale) a 25", 7 Diego Ulissi (Uae Team Emirates) st, 8 Thibaut Pinot (Fdj) st, 9 Jack Haig (Orica - Scott) a 31", 10 Ben Hermans (Bmc Racing Team).

>>> ORDINE D'ARRIVO COMPLETO

Domani (domenica 1 ottobre) a Monteveglio – Valsamoggia (Bologna) si chiuderà la stagione organizzativa del Gruppo Sportivo Emilia con i due appuntamenti del Gran Premio Bruno Beghelli (partenza gara maschile ore 11,45, partenza gara femminile ore 10,00).

Le due gare godranno di ampia copertura televisiva: dalle ore 14,25 alle 14,45 sarà trasmessa una sintesi della prova femminile alla quale seguirà, dalle ore 14,45, la diretta della gara maschile.

Queste le emittenti che trasmetteranno le gare:

Bike Channel, Eurosport, Equipe TV, TV2 Denmark, Eleven Sport (USA e Canada), Cycling TV (USA, Canada e Australia) e le piattaforme web della Pmgsport.it, Gazzetta.it, CorrieredelloSport.it, Sportmediaset.it, Repubblica.it, La7.it, Cyclingpro.net, Ciclismo.sportgo.tv, Tuttobiciweb.it, OAsport.it, Direttaciclismo.it, Mondiali.net.

Rai Sport trasmetterà il Gran Premio Bruno Beghelli a partire dalle ore 19,50

>>> GP BEGHELLI - PARTENTI UOMINI

>>> GP BEGHELLI - PARTENTI DONNE

 

Nelle foto (Bettini), l'arrivo della gara

Ultimo aggiornamento ( Domenica 01 Ottobre 2017 06:58 )
 

Sondaggi

Qual è la corsa del Gs Emilia che preferisci?